© 2017 Mori e Pupe
Sara Bianchi S.r.l.
P.IVA 01843180892
Created by TriaAdv

Sara Bianchi


Sara Bianchi

 

Il mio è un lavoro creativo, sono sempre in movimento, in fermento. Osservo tutto ciò che mi circonda e ne traggo ispirazione, soprattutto dalla storia, dalle leggende. Fotografo tutto ciò che mi affascina e lo trasformo in un nuovo progetto. Condivido le mie idee con artigiani esperti, che riescono a trasformarle in soggetti unici nel loro genere. Quello che ne rimane è l'amore per la mia terra e il fascino della sua storia.

 

Sara Bianchi è nata a Taranto il 30 settembre del 1985 sotto il segno della bilancia. Studia alla Lumsa in Roma conseguendo la Laure in Marketing. Lavora e collabora insieme a nomi di spicco come David Zard nell'organizzazione egestione di eventi mondani. Nel 2015 crea Mori e Pupe, ricevendo da subito consensi. Tra le sue passioni ci sono i viaggi, da cui trae sempre ispirazione, la fotografia, il design e la stria artistica e culturale. non dimentichiamo il suo amore per gli animali e in special modo per la sua fedele amica Bamboo. Sognatrice ed ironica, sorprende per la sua attitudine fantasiosa e pragmatica.

 

HISTORY


Amore e leggenda sono gli ingredienti da cui nasce Mori e Pupe. La linea bijou bagnata dal mare che portò i mori sulle rive di Puglia e Sicilia, direttamente tra le braccia di pupe meravigliose. Le leggende sono diverse e se la Pupa siciliana, trattenne sulle coste sicule il proprio moro tranciando di netto la sua testa per farne un vaso fiorito, il moro pugliese si travestì da fanciulla per raggirare il signorotto locale ed evitare lo ius prime noctis per la sua giovane sposa, ma il suo baffetto da moro lo tradì ed egli finì decapitato. C´é poi un´ultima storia che narra di un moro siciliano e di una giovane pupa pugliese, che si innamorò di lui. La fanciulla per amore del suo moro lasciò la sua casa e il mare la cinse per sempre tra le sponde siciliane. Ormai figlia di due culture, ella volle unirle in un´unica leggenda: Mori e Pupe. Ogni singolo pezzo é fatto perciò a mano da Sara Bianchi. L´elemento naturale domina in ogni creazione e così sete, pizzi e cotoni si fondono con il sigillo in ceramica, vero simbolo della linea.